Alfa Romeo e Ferrari collaboreranno sui motori Stampa
Scritto da Administrator   
Martedì 02 Aprile 2013 07:22

Alfa Romeo e Ferrari
collaboreranno sui motori

motore alfa romeoNonostante il Gruppo Volkswagen per voce del suo il numero uno Ferdinand Piech cerchi di fare pressione su Marchionne affinché possa cedergli il marchio Alfa Romeo, il manager italo-canadese sembra credere molto nel suo piano per il rilancio del brand di Arese, rilancio che è appena iniziato con la presentazione all'edizione 2013 del Salone di Ginevra della nuova 4C, sportiva il cui compito sarà anche quello di riportare Alfa Romeo sul mercato nord-americano dopo più di 20 anni d'assenza.

In più, stando alle ultime indiscrezioni comparse in rete, ad "aiutare" Alfa Romeo nella sua fase di rilancio potrebbe essere un altro pezzo grosso del Gruppo Fiat: stiamo parlando di Ferrari. Infatti, la casa del cavallino rampante, nei prossimi mesi potrebbe dare il via ad una collaborazione con Alfa Romeo, collaborazione che porterebbe alla progettazione e quindi alla realizzazione congiunta di nuovi propulsori che in futuro saranno utilizzati sui nuovi modelli del biscione. Di certo, Ferrari si può dire che sia uno dei leader mondiali per la progettazione e quindi la realizzazione di motorizzazioni ad alte prestazioni. Di conseguenza, la casa del biscione non potrà che trarne vantaggio, utilizzando così esclusivi materiali e parti dedicate alle auto Alfa Romeo.

Già da adesso, Maserati sta beneficiando di due nuovi motori ad iniezione diretta di benzina direttamente realizzati a Maranello: stiamo parlando del 3.8 V8 biturbo da 530 cavalli e del V6 da 3.0 litri da 410. Già quest'ultimo propulsore potrebbe finire sotto il cofano delle versioni più prestazionali delle Alfa del futuro, delle quali si è tanto parlato in questi ultimi giorni, propulsore che si aggiungerà ad altre parti vendute da siti come questo In questo modo, il tanto annunciato rilancio del biscione prevede la realizzazione di nove nuovi modelli entro il 2016, con un obbiettivo di 300'000 unità vendute entro lo stesso anno (esattamente il doppio del 2012) potrà essere ancora più facile e vicino. Concorreranno alla realizzazione di questo obbiettivo la nuova Giulia (sia in configurazione berlina che station-wagon), un nuovo suv compatto e la tanto attesa spider a due posti che sarà costruita negli stabilimenti giapponesi di Mazda a partire dal 2015.

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Ottobre 2013 08:08